Iaia Nie
Non scrivo più tanto. Non mi va più.
Quando mi rendo conto di non aver scritto per più di una settimana mi dispiaccio enormemente. Eppure non posso fare altrimenti. Non ci riesco.
Sembra che la mia vita ultimamente abbia messo il "fast forward". Dopo anni passati a "ralenty".
Nei mesi scorsi ho lavorato molto. Ho rischiato di essere tra le sfortunate licenziate ed invece sono stata riconfermata. Ci tenevo tanto. Si, ci tenevo tanto ed ora sembra non me ne freghi più un cazzo.
Voglio cambiare lavoro. Voglio
un lavoro che non mi tenga chiusa sotto i neon dieci ore al giorno. Nessuno dovrebbe sprecare tutta la propria giornata in un luogo chiuso ed alienante. 
Vorrei trovare un lavoro che lasci più spazio alla creatività. Ho deciso di iscrivermi ad un master in fotografia. Oggi. Spero di continuare a crederci anche domani.
La vita sentimentale va una merda. Mi sento sola.
Le vacanze natalizie appena concluse sono state in assoluto le peggiori che abbia mai passato.
Domani - anzi, questa notte - parto con una collega (la santa donna che mi ha sostituito quando l'ho chiamata alle 3 di notte!), che ormai è diventata una mia cara amica, per Copenhagen. Non mi ricordo neanche più perchè ho deciso di partire. Probabilmente volevo sentirmi felice.

Non riesco mai a trovare pace. Sono inquieta. 

I'm the otherwise happy.


4 Responses
  1. articolo21 Says:

    Non è che sei anche diversamente drogata? ahahah


  2. > Voglio
    un lavoro che non mi tenga chiusa sotto i neon dieci ore al giorno.


    Non ti conosco, ho letto solo questa pagina e quella precedente.
    Non conosco le cause per le quali sei "diversamente felice".
    Mi permetto quindi una sola dritta, del tutto generale.
    Inizia a curare, a pensare, ad immaginare ciò che vorresti, piuttosto che portare la tua mente a ciò che NON vuoi più.
    In ogni caso, buona evoluzione.
    I momenti nei quali si è giù, frustrati, inquieti sono i migliori, i più fertili per il cambiamento.

    AMan


  3. Iaia Nie Says:

    Caro A-Man...troppo vero.
    e forse ho iniziato a seguire le tue sagge parole ;)
    a febbraio inizierò un corso per sdoganarmi dal grigiume e trasformare il mio pseudo-lavoro in qualcosa di più creativo.
    ci spenderò soldi, tempo...ma credo che per la prima volta ho deciso di intraprendere una strada poco sicura...e l'ho fatto di getto.
    per la prima volta ho deciso di investire in quello che sogno e non in quello che è comodo.
    grazie e...incrociamo le dita!


  4. lozoccoletto Says:

    mi identifico quasi del tutto in molte delle cose di cui parli. del resto nelle nostre originalità siamo tutti uguali, tutta alla ricerca di cosa non sappiamo.

    non penso sia possibile trovare pace, all' inquietudine non c' è rimedio...