Iaia Nie
L'ho sempre detto: Mangiare bene mette di buon umore.
Ed è indiscutibile: soprattutto in Italia, mangiare bene vuol dire "pasta".
Ora, questa formula per una vita felice è stata avvalorata da serie ricerche in campo nutrizionale: è stato scoperto che la pasta contiene un amminoacido in grado di trasformarsi in  serotonina, il famoso ormone della felicità, che provoca una grande sensazione di benessere e piacere.
Nonostante gli Italiani rimangano al primo posto a livello mondiale per il consumo di pasta, le quantità pro-capite ingerite stanno calando vertiginosamente. Ecco si spiega perchè in giro si vedono solo facce incazzate: sono tutte persone che hanno rinunciato a un bel piatto di amatriciana a favore di un'insipida insalata, magari scondita!!!
I dati scientifici dimostrano come con un'alimentazione priva di carboidrati si rischia, dopo qualche mese, depressione, irritabilità ed insonnia. Ma anche problemi ai reni ed al cuore. Al contrario un bel piatto di pasta permette una lenta secrezione di insulina permettendoci di difenderci dall'obesità. E ancora, sazia prima dell'odiosa insalatina ed ha un'elevata digeribilità.
Come mio personale contributo aggiungo l'innegabile preferenza ad avere qualche curva in più (molto apprezzata dal sesso opposto), rispetto all'essere tutt'ossa: qualche chilo in più mi ha permesso di avere anche una bel paio di tette...che con la taglia 38-40 di certo non avevo...grazie ciccia!
Quindi, basta cazzate! Mangiatevi un bel piatto di pasta, che siete più belli e più felici.
Riflessione Confusa su , , ,
Reazioni: