Iaia Nie
Non bastava l'ammmore. Pure il lavoro ci si mette.
Se davvero vogliamo chiamarlo lavoro, poi.
Collaboro in una piccola, piccolissima agenzia di ricerche di mercato. Così piccola che tutti fanno un po' come gli pare.
Sono contenta del fatto che finalmente mi applico in qualcosa per la quale ho investito più di qualche anno di studio, non sono contenta perchè il mio contratto viene rinnovato ogni 10 giorni.
Passi lo stipendio da fame, passi l'orario flessibile...ma ogni dieci giorni potrei ritrovarmi neo-disoccupata.
L'ultima che mi è successa è bellissima. Il capo mi da un progetto da svolgere in due giorni, non riuscendo a focalizzare che ci vorrebbe almeno una settimana di lavoro serio per terminarlo come cristo comanda. Accetto lo stesso, visto che devo dimostrare che la voglia c'è e le doti...pure, va! Lo consegno in tempo.
Chiara stressata ma contenta.
Morale: non ha utilizzato il mio lavoro. Non me lo ha pagato.
Chiara incazzata e triste.
Mogia mogia chino la capoccetta e dico: "Infondo è un lavoro che mi piace. Infondo.".
Riflessione Confusa su
Reazioni: