Iaia Nie
Ma com'è buio il mio obiettivo!


Nel senso che un'apertura massima di diaframma a 5,6, mi sto rendendo conto, fa davvero pena.
Ho fatto una piccola comparazione con le mie ottiche fisse, completamente manuali - ma tutte assolutamente Nikon - e l'ottica acquistata con il kit della d300 non è efficace nemmeno la metà.
Il 35 mm f 2,8 è più nitido e luminoso.
Il 50 mm f 1,8 miodddio che differenza! magnifico.
Il 135 mm f 2,8 più nitido e luminoso anch'esso.
Inizio ad odiare questo nuovo obiettivo. L'unica che abbia meno di vent'anni tra le mie ottiche. L'unica automatica, con stabilizzatore e frizzi e lazzi.
Sono sempre più convinta che la messa a fuoco manuale sia meglio di quella automatica. E che tutti questi orpelli tecnologici, alla fin fine, non aiutino a migliorare la resa delle immagini.

E ora vorrei avere un corredo di obiettivi tutti f 1,4.


Il mio obiettivo è proprio buio.
7 Responses
  1. pipework Says:

    L'autofocus serve. Fidati. Ma non si può pretendere che un obiettivo che da solo costa meno di cento euro sia poi anche nitido e senza distorsioni.

    E poi, benvenuta nel digitale. Quanto migliore è la macchina, tanto più le ottiche vengono messe in ginocchio.

    Nel mio caso (canon 50D), mi trovo spesso costretto a lavorare in una gama di diaframmi molto ristretta perché il sensore è talmente affollato che supera i limiti teorici delle lenti: se vado oltre f:8, perdo in nitidezza.

    Appena puoi, prendi uno zoom di qualità migliore. Purtroppo, lo riconoscerai dal costo (non dall'apertura, perché con i sensori che ci sono oggi, 5.6 è già una apertura che ti permette quasi di lavorar di notte). Non buttar mai via le ottiche fisse!

    Un altro consiglio (che senz'altro sai già) per migliorare la qualità: fotografa in raw, utilizza del buon software (apple aperture o adobe lightroom) e un programma di sharpening. Troppo complicato?

    E tu credi che lavorare in camera oscura fosse più facile o più economico?


  2. pipework Says:

    Oddio, forse il tuo obiettivo costa già molto più di cento euro!

    Sei fregata: solo ottiche fisse o costosissime. :-)


  3. Iaia Nie Says:

    esatto pipework! lightroom già lo utilizzo, lo zoom che ho ci manca poco che arrivi ad un costo con tre zeri, un 18-200 nikon vr con un'apertura misera...e gli iso mi martellano!!!
    ho fatto delle foto ad un concerto: enorme frustrazione! iso troppo alti...rumore alle stelle!!!
    per la prossima sessione, sempre ad un concerto (questo mi hanno commissionato come uno tra i miei primi lavori, sono senza pietà), proverò ad impostare iso a max 800, avrò foto mooolto sottoesposte ma che almeno potrò editare in postproduzione con lightroom o photoshop, perchè sull'esposizione qualcosa si può recuperare, CREDO, con il mega rumore degli iso a 3600 non posso fare nulla!
    mannaggia!
    oltretutto questo maledetto palco ha un illuminazione con gelatine rosse ed ho tutti gli scatti rossastri...un disastro!
    consigli sempre ben accetti...anche perchè STO IMPAZZENDOOO!!!


  4. pipework Says:

    Ero convinto che la mia 50D avesse lo stesso problema a causa dei pixel troppo piccoli: mi tengo Canon :-).

    Vai tranquilla a 1600. E dato che sei la fotografa ufficiale, portati un buon cavalletto. Una bella scheda di memoria e tanti scatti, perché molti saranno mossi. Comunque qualche foto viene sempre fuori.

    Poi ti serve qualcosa per ridurre il rumore. Io uso D-fine 2 di Nik Software e non è troppo male. Il problema è che ti ammorbidisce ancora di più la foto e dopo è assolutamente indispensabile usare uno sharpener (il mio è Raw Sharpener, sempre di Nik Software).

    Infine, non ti far mai impaurire dai difetti che vedi sulo schermo. Quasi sempre, in stampa, non si vede più niente.

    Ah, le gelatine rosse! Hai due possibilità: o correggi la temperatura del colore sulla macchina o sul mac o, ancora una volta, ti prendi un programmino che ti permetta di pasticciare i colori selezionando con facilità aree ben definite.

    Come avrai capito, io mi son preso tutta la suite nik. Il loro Viveza è splendido.

    Semplice, il digitale, vero? ;-)

    (ma ricorda che con la pellicola non avresti neppure immaginato di far foto di notte)

    (pipework)


  5. pipework Says:

    Che scemo! Usa le focali fisse, no?!


  6. baskerville Says:

    nella vita occorre avere un obiettivo. e se è (o)scuro, prima o poi si chiarirà.


  7. .m. Says:

    uh.
    sì, il tuo obiettivo è proprio buio, ma.
    l'autofocus serve.
    e te lo dice una che non ha la d300, ma una fedelissima d70, amatissima!
    e che l'unico obiettivo che aveva era un vecchissimissimo e neppure nikon 50mm 1.8 degli anni 80, manualissimo.

    ho poche ottiche, ma le uniche che mi sono comprata sono 1.4 e 2.8 e quest'ultima apertura è mooolto luminosa se conti che appartiene ad un grandangolo spinto come il tokina 11-16.

    mi sono ripromessa di non comprare mai ottiche più buie di 2.8, me ne pentirei e basta.

    seppure con il 18-70 in regalo con la d70 faccio delle cose che spesso mi divertono.

    uh, mi sono dilungata.
    ma nel tuo blog mi ci trovo bene, chissà come tu hai trovato il mio...
    di sicuro abbiamo in comune la passione viscerale per la fotografia, anche se io non sono una fotografa, amo solo il tempo.
    e di conseguenza la Luce.
    eheheh!
    ciao e alla prossima...
    (io vorrei un 85 1.4 e un 105 2.8, questa è la mia lista dei prossimi desideri)