Iaia Nie
Una bella ricetta per prendere per la gola...chi vi pare. Soprattutto è veloce :)
Innanzitutto mettere un buon sottofondo musicale è essenziale. Suggerisco:



Ingredienti:

  • Sfoglia fresca per lasagne (dal banco frigo, non quella surgelata)
  • Ricotta fresca
  • Pesto
  • Pomodorini Pachino
  • Parmigiano
  • Basilico
  • Sale
  • Zucchero
  • Aglio
  • Olio
  • Pangrattato

Allora, prima di tutto preparate un bel sughetto tagliando i Pachino in quattro spicchi e agguingendoli in una pentolina dove avrete fatto soffriggere l'aglio nell'olio fino a che è diventato di un bel colore dorato. Quando i pomodorini si saranno ammosciati aggiungere un pizzico di zucchero per eliminare l'acidità. Girare, aspettare qualche minuto e salare a piacimento. Cinque minuti prima della fine della cottura aggiungere una bella manciata di basilico secco (se usate le foglie di basilico fresco, come dovrebbe essere, aggiungetele al sugo subito dopo averlo salato e rimuovetele a fine cottura). Il sughetto non dovrà risultare troppo concentrato, ci serve un po' lento altrimenti la pasta delle lasagne risulterà un po' dura.
Ungere una teglia con un goccio di olio e stendere un sottile strato di ricotta.
Preparare una bacinella piuttosto capiente con acqua calda ed un cucchiaio di olio. Passare il primo foglio di pasta nell'acqua calda, posizionarlo nella teglia. Stendere uno strato di ricotta sulla sfoglia, facendolo seguire da un paio di cucchiaiate di pesto cercando di spargerlo disordinatamente per tutta la lasagna, successivamente fare uno strato piuttosto generoso di sugo. Non è necessario che il pesto ricopra tutta l'area della lasagna anzi, risulterebbe troppo pesante e coprirebbe tutti gli altri sapori.
Cospargere con una manciata di Parmigiano.
Proseguire gli strati nello stesso identico modo fino ad esaurimento degli ingredienti.
Terminare con una manciata di pangrattato.
Infornare a 180 gradi per circa 20 minuti. O comunque quando la superficie della lasagna comincia a diventare dorata e i bordi scrocchiolini.
Buonissima anche il giorno dopo servita fredda. Forse anche di più!

Consiglio in più: Il giorno dopo, essendo la lasagna più asciutta, si possono utilizzare delle formine da cucina per ritagliare la lasagna in varie forme. Un'idea carina per una presentazione diversa.
Riflessione Confusa su
Reazioni: 
2 Responses
  1. kabalino Says:

    adesso cerco qualcuno che me la prepari, che io non sono in grado...
    :-(


  2. Bobobo Says:

    ...io si, ma non ho nessuno a cui cucinarle.
    vedi la vita, chi ha il pane non ha i denti.